N.04
Luglio/Agosto 2020

Un breve lampo d’amore

Un testo di Guglielmo di Saint-Thierry

L’autore che propongo in questo numero non è forse famoso come un suo grande amico, ma è una guida altrettanto sicura per i sentieri della contemplazione e dell’amore di Dio. Il suo amico più famoso è San Bernardo, ma l’autore che voglio presentare è Guglielmo di Saint-Thierry (1070/85-1148). Entrato nei Benedettini a Reims nel 1113, diviene abate a Saint-Thierry sette anni dopo, Durante un soggiorno a Clairvaux conosce Bernardo e nasce una grande amicizia. Vorrebbe entrare nei Cistercensi, ma lo stesso Bernardo lo dissuade. Riuscirà a coronare questo suo sogno solo una quindicina di anni dopo, diventando semplice monaco cistercense a Signy nel 1135. Gli anni 40 lo vedono opporsi in modo forte ad Abelardo. Muore nel 1148 mentre stava scrivendo la vita del suo amico fraterno Bernardo.   Assai influenzato dalla mistica greca, a lui nota attraverso le traduzioni latine di Scoto Eriugena, Guglielmo ci ha lasciato delle opere straordinarie.…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati