N.04
Luglio/Agosto 2010

«Cercare e trovare la volontà di Dio nella propria vita» (E.S. Ann. 1)

Dialogo con p. Maurizio Costa, sr. Gabriella Tripani, p. Carlo Chiappini

Riportiamo le risposte date da p. Maurizio Costa, sr. Gabriella Tripani, p. Carlo Chiappini alle domande formulate nei gruppi di studio che, oltre ad integrare alcune questioni rimaste aperte nelle relazioni, fanno emergere l’esigenza comune di impegnarsi nel ministero dell’accompagnamento spirituale-vocazionale dei giovani, con delicatezza e competenza. Le risposte, pur nella loro sinteticità, richiamano ulteriormente la necessità di un cammino di accompagnamento che sappia integrare sapientemente la dimensione spirituale con quella antropologica, affinché possa realizzarsi in ciascuno un autentico discernimento della volontà di Dio.   Quale rapporto o differenza tra accompagnamento spirituale e direzione spirituale? Si possono intendere come sinonimi? Maurizio Costa Mi verrebbe da rispondere con una domanda: noi come abbiamo inteso questo rapporto nel corso di queste ore? Abbiamo forse utilizzato il termine accompagnamento pensando alla direzione spirituale e viceversa, ciascuno secondo la propria sensibilità. Questo nella prassi è inevitabile. Solo quando ci si mette a riflettere sorge…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato