N.04
Luglio/agosto 2017

Dalle rovine alla vita

Una struttura fatiscente, che però custodisce ancora la memoria di generazioni di studenti passate tra le proprie mura, torna a vivere ospitando un centro polifunzionale socio-assistenziale. È quanto avviene presso l’ex convitto vescovile di Castrovillari, nella diocesi di Cassano allo Ionio: «Tutta la mia storia di prete, è una storia di carità. Quando ero parroco – racconta il vescovo, mons. Francesco Savino –, mi sono occupato di malati terminali, persone affette da Aids, disoccupati, tossicodipendenti, sfrattati, donne vittime di tratta e costrette a prostituirsi. Ho coltivato il desiderio di realizzare un progetto per i senza speranza, partendo dagli scartati. Quelli che don Tonino Bello chiamava i drop out, i marginali, i senza voce. E finalmente ci siamo riusciti». «I misteriosi piani della Divina Provvidenza, che si realizzano in tempi successivi attraverso l’opera degli uomini, e spesso al di là delle loro aspettative, e con sapienza dispongono tutto, anche le avverse…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato