N.04
Luglio/Agosto 2012
Studi /

Itinerario vocazionale e maternità spirituale di Santa Caterina da Siena

Caterina, donna, toscana, domenicana… Caterina è donna: in un tempo in cui pochi spazi erano riservati alla donna… Caterina fu protagonista, contribuendo in modo attivo alle vicende storiche e politiche del suo tempo. La donna è portata per sua natura e sensibilità ad accogliere, nutrire, generare, e Caterina si pose vicino alle persone che la Provvidenza metteva sul suo cammino, accogliendo, facendo spazio all’altro e al totalmente Altro nella sua vita; nutrendo i suoi discepoli che chiamava “figli”, con consigli ed esortazioni (pensiamo alle lettere di cui parleremo); generando, anche nel dolore, cristiani adulti, fedeli alla Chiesa e alla vita consacrata (muore a Roma dove si trovava per pregare e assistere quello che riteneva essere il Papa legittimo). Vorrei ricordare a questo proposito alcune frasi della Mulieris dignitatem di Giovanni Paolo II, che sembrano essere un ritratto della giovane santa: «La donna, chiamata fin dal principio ad essere amata e…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato