N.03
Maggio/Giugno 2017

Voglia di “comunità”

«La parola comunità evoca tutto ciò di cui sentiamo il bisogno e che ci manca per sentirci fiduciosi, tranquilli e sicuri di noi»: così scrive il sociologo Zygmunt Il segreto del discernimento vocazionale, a cui il prossimo Sinodo del 2018 chiama tutta la Chiesa, è nel ritrovare il desiderio e lo slancio di essere comunità cristiane meno assopite, più credibili e ospitali, in grado di far percepire ai giovani che possono sentirsi a casa propria. La comunità cristiana è chiamata ad una consapevolezza da cui non può sfuggire: la ricerca del senso di vita, della personale Beatitudine evangelica da cercare e da vivere, non è uno sfizio, ma un cammino essenziale per ogni essere umano, non solo per ogni cristiano. Non è neppure una questione di età; la ricerca di senso è una perenne inquietudine che accompagna tutta la vita. Il poeta inglese Thomas S. Eliot, nella raccolta di poemetti…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato