N.03
Maggio/Giugno 2021

La rete dei sensi

In queste nostre note esplorative sulla comunicazione, lo abbiamo scritto, ci riferiamo ad essa non tanto come alla facoltà o al processo del comunicare, quanto piuttosto come all’insieme di concetti, pratiche ed esperienze che caratterizzano - da un certo momento della Storia dell’essere umano in poi - l’orizzonte nel quale si sente, si pensa, si vive.   L’età della comunicazione inizia intorno agli anni Sessanta, più o meno in coincidenza con l’industrializzazione e la diffusione di massa della pornografia. In questa coincidenza - forse non casuale - può ritrovarsi un doppio movimento solo apparentemente paradossale che, da una parte, sembra liberare e liberalizzare i sensi e la sessualità, liberando il desiderio, mentre dall’altra, punta dritto in direzione di un radicale inaridimento non solo delle dinamiche di relazione, ma proprio della vastità dei sensi e della ricchezza della sfera sessuale.   La comunicazione porta in sé una sempre crescente dominante pseudo-emotiva e sensuale,…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.