N.05
Settembre/Ottobre 2008

Internet: un nuovo servizio a favore della pastorale ecclesiale?

Questo contributo intende focalizzare l’attenzione sulla relazione tra quello che il sociologo spagnolo Manuel Castells ha chiamato alcuni anni fa la “Galassia Internet”[1] e la possibilità di questo potentissimo mezzo di comunicazione, relazione e condivisione di essere uno strumento a servizio della pastorale vocazionale. Il fatto che ognuno di noi abiti ormai una molteplicità di spazi e di tempi tendenzialmente differenziati costruiti dai media, all’interno dei quali l’uomo di oggi viene chiamato «ad acquisire la capacità intellettuale di ”imparare ad apprendere” nel corso di tutta la vita»[2], raccogliendo informazioni, ricombinandole e producendone di nuove[3] in vista di una vita (di ricerca, di comprensione e condivisione della fede) costantemente in progress, rende Internet non soltanto qualcosa con il quale l’operatore pastorale deve avere una dimestichezza di tipo per così dire pratico-creativo, ma qualcosa che – come ha ricordato Benedetto XVI in occasione dell’incontro con i preti della Diocesi di Albano il 31…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato