N.05
Settembre/Ottobre 2008

Possibilità e limiti di una pastorale vocazionale on line

          Un argomento complesso ed alcuni rischi Il tema che ci apprestiamo ad affrontare – non pretendendo di poterlo analizzare nella sua totalità – non rappresenta indubbiamente un facile “scoglio”. Se è vero, infatti, che la pervasività dei new media, specialmente nelle fasce giovanili, nei ragazzi che frequentano i nostri oratori e le nostre scuole, rappresenta un elemento di indubbia rilevanza, è altrettanto vero che questi nuovi strumenti nascondono problematiche complesse, riferite ad ambiti educativi multidisciplinari quale quello psicologico, pedagogico, terapeutico, e quant’altro. È giusto, perciò, anche se metodologicamente sarebbe più efficace un approccio “positivo”, definire alcuni rischi sui quali porre molta attenzione. Saranno una sorta di “paletti” che porremo sulla strada, certamente non facile da percorrere, della comprensione pastorale dei new media. Il primo rischio – li enumero in ordine sparso – è quello di considerare questi nuovi media in una prospettiva totalizzante: se pensassimo,…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato