N.05
Settembre /Ottobre 2009

Il sacerdozio esige senso del dovere e spirito di sacrificio

Articolo tratto da «L’Osservatore Romano», 4 luglio 2009, a cura di Gianluca Biccini.

«Le società moderne sono diventate allergiche ai concetti di dove­re e spirito di sacrificio», due nozioni che invece da sempre «ap­partengono al patrimonio comune di tutte le grandi religioni». Hanno preso spunto da questa premessa le riflessioni che l’arcivescovo Bruguès, segretario della Congregazione per l’educazione cattolica, ha offerto giovedì, 2 luglio, ai partecipanti all’incontro del Servizio Europeo per le Vocazioni, in corso a Roma. All’appuntamento, che culmina saba­to 4 con l’udienza di Benedetto XVI, intervengono i responsabili per le vocazioni delle Conferenze Episcopali d’Europa, coordinati dal vescovo polacco Wojciech Polak. L’organismo - che esiste a livello informale da una ventina d’anni e ha la propria Magna Charta nel documento finale del Congresso sulle vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata, svolto­si a Roma nel 1997 - è stato approvato nel 1999. Le giornate, scandite da momenti di preghiera e da celebrazioni comuni, hanno per tema “Seminatori del Vangelo della vocazione”:…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato