N.04
Luglio/Agosto 2011

Formare al discernimento spirituale nel contesto della storia familiare

Nel dialogo con gli esperti sono state presentate alcune domande emerse nei gruppi di studio. Esse riflettono alcuni punti nodali che gli educatori vocazionali incontrano nel loro servizio di accompagnamento dei giovani in particolare nella relazione con la famiglia d’origine e della grande famiglia della Chiesa, madre di tutte e ciascuna vocazione. Le risposte di Mariateresa, Gilberto e don Paolo completano e integrano le loro precedenti relazioni e offrono ulteriori spunti di riflessione.   Ci vuole aiutare a comprendere come la circolarità e la reciprocità delle vocazioni potrebbe tradursi concretamente nella pastorale? Don Paolo Gentili C’è una custodia reciproca delle diverse vocazioni che è sicuramente da riscoprire. Pensiamo a quanto è più custodita, incarnata, la vocazione di un prete quando è a contatto con famiglie che manifestano la verità dell’amore sponsale! E nello stesso tempo, come è confermata la vocazione degli sposi quando vi è un sacerdote che aiuta a…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato