N.03
Maggio/Giugno 2012

Fidanzamento: vivere il tempo della attesa

Il fidanzamento oggi non è più di moda: con la crisi del matrimonio, anch'esso è andato in crisi. Lo si è così sostituito con un tempo di convivenza, dove si fa esperienza del vivere insieme, che - eventualmente - si concluderà con le nozze, spesso celebrate in chiesa solamente per compiacere i nonni o i genitori o per collocare le foto del matrimonio in uno scenario architettonico elegante. In questo panorama sociale un po' mesto, che riflette un modo disilluso e sfiduciato di pensare all'amore tra uomo e donna, ci sono però ancora giovani coppie che osano credere a valori importanti, quali la fedeltà, la comunione, la fecondità e desiderano consacrare il loro amore attraverso il sacramento. In questa ottica, allora, il fidanzamento appare come il tempo della preparazione e dell'attesa.   L'attesa Attendere è un'azione che compiamo ogni giorno: aspettiamo una persona prima del suo ritorno a casa, il…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati