N.04
Luglio/Agosto 2020

Finché non venga il suo Regno

Chiamati a lavorare per un futuro migliore

Disinteresse, dislocazione, eccentricità.   «Non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ciascuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso, senza cercare il proprio interesse, ma anche quello degli altri. Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù […]» (Fil 2, 3-5). Questo passo della lettera di San Paolo ai cristiani di Filippi invita, ancora oggi ognuno di noi a domandarsi quali furono i sentimenti di Cristo per provare a immetterci sul suo sentiero. Per percorrere la strada di Gesù, ed in particolare del suo agire concreto dobbiamo tenere come dato di partenza la logica dell’amore trinitario e quella dell’Incarnazione.   La teologia trinitaria come communio dialogica, ci narra di un Dio che originariamente e inseparabilmente ha i caratteri dell’unità e della pluralità, un Dio unitrino [1] che oltre a rivelare se stesso, mostra il proprium di ogni essere umano…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati