N.04
Luglio/Agosto 2020

Tra voi però non è così

Obbedienza evangelica e autorità

Obbedienza, esercizio dell’autorità, sottomissione reciproca: sono tutti temi che ci interrogano costantemente e che mai devono lasciarci tranquilli. Troppi abusi sono stati commessi nel passato e ancora nel presente da parte di chi deteneva l’autorità in comunità religiose. Del resto, l’esercizio dell’autorità non è esente da ombre, da tentazioni; già i vangeli ce lo ricordano. La più grande crisi nella comunità di Gesù si gioca sulla ricerca del primo posto (cf. Mc 9,33-37) e Gesù ribadisce con nettezza la differenza abissale tra il modo di concepire l’autorità nel mondo e quello della comunità cristiana: «Voi sapete che coloro i quali sono considerati i governanti delle nazioni dominano su di esse e i loro capi le opprimono. Tra voi però non è così, ma chi vuole diventare grande tra voi sarà vostro servitore, e chi vuole essere il primo tra voi sarà schiavo di tutti» (Mc 10,42-44). Se nella società intera…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati