N.02
Marzo/Aprile 2021

L’informazione

COME UN LIQUIDO   L’accumulo e lo scambio d’informazioni è una delle basi dell’economia del nostro tempo. E in un certo senso, anche le relazioni - tanto quelle affettive quanto quelle lavorative, oltre che quelle tra soggetti istituzionali -, essendo sempre più coinvolte e governate da logiche economicistiche, sono regolate dal trasferimento, dalla condivisione o dall’occultamento di informazioni.   L’informazione classicamente intesa - il sempre più vasto e vario spettro dell’attività giornalistica  di inchiesta, cronaca, interpretazione - ha smesso di essere facilmente definibile e circoscrivibile, moltiplicando le connessioni e le reciproche interferenze con altri ambiti,  trovandosi sottoposta - come molte altre articolazioni della società contemporanea - alla metamorfosi radicale della dinsintermediazione -,  tracimando inesorabilmente a invadere - grazie alla rete, come un liquido dentro un liquido - sempre di più il tempo e lo spazio privati dei singoli individui.      NARRAZIONE CONTINUA DEL MONDO   In questo nostro tempo più che in ogni…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.