N.03
Maggio/Giugno 2012

Reciprocamente

La Parola di Dio, per noi oggi in particolare, ha una rivelazione-bomba riguardo al matrimonio: esso è icona di Dio, profezia del suo amore! La coppia rivela l'immagine e la somiglianza di Dio e narra la sua fedeltà. E la Chiesa la "visualizza" presentandoci la testimonianza di coniugi in cui questa Parola s'incarna. Accostiamoci a quella di Giulia e di Carlo Tancredi con il rispetto che si deve nei confronti del mistero racchiuso in ogni persona. Si sposano a Parigi il 18 agosto 1806: lei ha 22 anni, lui 26. Un matrimonio brillante sì, ma soprattutto un matrimonio felice: è la constatazione di tutti. Questa tappa della loro vita si fonda su una sincera accoglienza dell'altro, anche nella sua storia, e su una chiara progettualità per il nuovo cammino di vita insieme. Lei, Giulia Colbert di Maulevrier, aveva vissuto le vicissitudini della rivoluzione francese che aveva costretto la sua famiglia…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati