N.05
Settembre/Ottobre 2020

Fra sapere assoluto e divinizzazione dell’uomo

Neognosticismo

La categoria di “nuova gnosi” rappresenta un elemento significativo della riflessione di papa Francesco legata al discernimento dei segni dei tempi. Spesso associato a un’altra tendenza oggi diffusa, ossia il neopelagianesimo, lo gnosticismo contemporaneo concentra in sé molti dei tratti caratteristici della religiosità attuale in cui sembra riproporsi, come epilogo post-cristiano, la grande sfida con la quale l’intelligenza della fede si è dovuta confrontare duramente, fin dalle origini del cristianesimo, ossia la gnosi. Lo stesso gnosticismo antico ha sperimentato molteplici ritorni e sviluppi lungo il corso dei secoli, entro differenti linguaggi ed esperienze spirituali, movimenti magici e comunità esoteriche, scientifiche, letterarie e psicologiche (da Groddeck a Jung). Nella riflessione teologica e nella predicazione pastorale di papa Francesco il termine “neognosticismo” non fa in prima istanza riferimento a una ripresa sistematica di codici e dottrine antiche specifiche, quanto al riproporsi reale, secondo modalità e intenzioni differenti, di un medesimo approccio alla…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati