N.02
Marzo/Aprile 2021

Umiltà e povertà

Contestualmente all’articolo Se la carità del Bambino di Betlemme ci muove di Stefania Baneschi, pubblichiamo dei brevi stralci da alcuni scritti di Francesco di Assisi, che danno forma alla storia e alla vita delle Francescane Missionarie di Gesù Bambino, a cura della stessa autrice.

 

 

L’umiltà di Dio…

 

Guardate, fratelli, l’umiltà di Dio, ed aprite davanti a lui i vostri cuori; umiliatevi anche voi, perché siate da lui esaltati. Nulla, dunque, di voi trattenete per voi, affinché totalmente vi accolga colui che totalmente a voi si offre.

San Francesco di Assisi, Lettera a tutto l’Ordine, Fonti Francescane 221.

 

Beato il servo, che non si ritiene migliore, quando viene lodato e esaltato dagli uomini, di quando è ritenuto vile, semplice e spregevole, poiché quanto l’uomo vale davanti a Dio, tanto vale e non di più. Guai a quel religioso, che è posto dagli altri in alto e per sua volontà non vuol discendere. E beato quel servo (Cfr. Mt 24,46), che non viene posto in alto di sua volontà e sempre desidera mettersi sotto i piedi degli altri.

San Francesco di Assisi, Ammonizioni, Fonti Francescane 168.

 

 

Andate come pellegrini e forestieri…

 

E i frati non si approprino di nulla, né casa, né luogo, né alcuna altra cosa. E come pellegrini e forestieri in questo mondo, servendo al Signore in povertà ed umiltà, vadano per l’elemosina con fiducia. Né devono vergognarsi, perché il Signore si è fatto povero per noi in questo mondo. Questa è la sublimità dell’altissima povertà quella che ha costituito voi, fratelli miei carissimi, eredi e re del regno dei cieli, vi ha fatto poveri di cose e ricchi di virtù. Questa sia la vostra parte di eredità, quella che conduce fino alla terra dei viventi. E, aderendo totalmente a questa povertà, fratelli carissimi, non vogliate possedere niente altro in perpetuo sotto il cielo, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo.

San Francesco di Assisi, Regola bollata, Fonti Francescane 90.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche Se la carità del Bambino di Betlemme ci muove di Stefania Baneschi.