N.04
Luglio/Agosto 2019

Scendi nel cuore, se vuoi la pace

Il testo che presentiamo è tratto da una lettera di San Marco l’Eremita, un autore del V secolo che tanto influenzò la letteratura monastica orientale, soprattutto nella dimensione ascetica del combattimento spirituale. In queste brevi righe, troviamo alcuni consigli di una sconcertante attualità. Nel mezzo della confusione mentale in cui ci troviamo e nella quale fa comodo a molti che restiamo, nulla è più urgente che avere la possibilità di stare nella quiete e nella pace, per mettere ordine nella propria anima e poter riconoscere il disordine esterno, senza che a questi venga permesso di entrare nel nostro cuore. La diagnosi sugli attori interiori di tale confusione è perfetta: ignoranza, incoscienza e pigrizia. Altrettanto lo è nella cura proposta.   “Amato figlio Nicola… 22. Se vuoi, carissimo, acquistare e possedere la lampada dell’illuminazione mentale e della sapienza spirituale che ti permetta di camminare senza inciampi nel buio profondo di questo…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati