«Guardate i gigli dei campi» (Lc 12,27)

N.04
Luglio/Agosto 2019

«Oggi regna una cultura del provvisorio che è un’illusione. Credere che nulla può essere definitivo è un inganno e una menzogna. […] Nella cultura del provvisorio, del relativo, molti predicano che l’importante è “godere” il momento, che non vale la pena di impegnarsi per tutta la vita, di fare scelte definitive. Io, invece, vi chiedo di essere rivoluzionari, vi chiedo di andare controcorrente; sì, in questo vi chiedo di ribellarvi a questa cultura del provvisorio, che, in fondo, crede che voi non siate in grado di assumervi responsabilità, crede che voi non siate capaci di amare veramente. Io invece ho fiducia in voi, per questo vi incoraggio» (Francesco, Christus Vivit, 264).

In questo numero

Videogiochi

di Maria Mascheretti, Silvio Grasselli
Testi On-line   Assai utile e interessante una tesi di dottorato attingibile dal portale ufficialissimo e istituzionale dell'Ateneo – Roma Tre: «La mano che gioca, itinerari del contagio tra Cinema e Videogame». La tesi analizza a fondo, dal punto di vista lucido e consapevole di un videogiocatore esperto, l'universo dei…