N.01
Gennaio/Febbraio 2020

Il tatuaggio

  Significati    Charles Darwin scrive che non c’è regione del mondo dove i popoli originari non abbiano usato tatuaggi. Per altro verso, nel Levitico si legge un preciso ed esplicito divieto a diverse forme di modificazione e ornamento del corpo, tra le quali anche il tatuaggio.   Coprire la pelle del proprio corpo con segni e figure è una delle pratiche più antiche nella storia dell’essere umano. Ma in tutti questi secoli, alle diverse latitudini, la medesima pratica non ha sempre avuto lo stesso significato, e anzi è bene ricordarsi che in ogni diverso periodo storico, a seconda della regione del mondo nella quale è stato praticato, il tatuaggio assume significati e implicazioni anche molto diverse tra loro. Basta pensare, restringendo il campo dell’attenzione, che nella nostra parte di continente, andando indietro anche solo di poche decine d’anni, il tatuaggio è stato considerato come segno di ignominia, contrassegno di colpa o di…

Per accedere al contributo devi registrarti. La registrazione è gratuita.
Registrati ora
o accedi se sei già registrato