N.05
Settembre/Ottobre 2020

Quel Dio che dobbiamo cercare

Un Santuario, un monastero, un’abbazia abbandonata: costituiscono il ‘triangolo spirituale’ in questo territorio di Lombardia, sulle sponde del lago di Como. Uno spazio geografico particolare nella distesa diocesi. Uno spazio dove è in atto il tentativo di innestare l’esperienza monastica sui rami longevi e già fecondi di una chiesa locale. Qui, presso il Santuario della B.V. del Soccorso in Tremezzina, vive un prete diocesano che, dopo un’esperienza presso il monastero benedettino camaldolese dell’Eremo san Giorgio a Bardolino (Vr), ha compiuto la scelta dell’oblazione monastica, legandosi spiritualmente e concretamente a quella specifica comunità di monaci Camaldolesi, assumendo il loro stile di vita e vivendo questo legame in Diocesi a servizio della chiesa locale e del suo vescovo. È da dieci anni che questa esperienza ha avuto inizio sostenuta dal desiderio di portare in mezzo alla gente una vita cristiana che sappia trarre dal monachesimo tutta la sua bellezza, essenzialità e vivacità.…

per leggere l’articolo completo e accedere ai contenuti aggiuntivi effettua il login o registrati